Last Train Home (Salomé)

Susanna Parigi


Last Train Home (Salomé)

Salomé con la bocca che hai
parti cielo e paradiso a chi vuoi,
amando un giorno
e un giorno no;
è prezzo altissimo però
tu balli, balli e
lui ti darà.
Salomé, donna per brevità
balli ancora intorno agli anni che hai.
Ti giochi il bene e il male
e bevi bevi accanto a lui.
Fai pure credimi,
io dormirò (e non ti vedrò).
Ed ero piccola ricordo, quante storie raccontavi.
Io che non volevo dormire e stavo vicino a te;
che donna indimenticabile!
Donna crudele e dolcissima,
donna di parola in un mondo che non capiva
tutte le cose che sapevi già,
i limiti confusi dell'ipocrisia.
Ma io sarò con te, ti cullerò.
La tua storia e quel nome che portavi.
Io che tichiedevo e tu mi rispondevi:
"Sai è solo per tutto che, che non ho avuto mai."
e così dicevi "Voglio, voglio, voglio e la mia volontà
combatterà per noi. Sarà più forte del mio destino e noi?"
(Noi aspetteremo)
Finché stellina mia non cambierà. Vedrai"
Salomé quanto male ti fai.
Sempre più lontano quella che vuoi.
Hai solo vuoto intorno e forse
questa figlia se la vuoi.
Finché non crescerai ti aspetterò.
Sì, ti aspetterò

Send Translation Add to playlist Size Tab Print Correct