Vieni sul mar

Tito Schipa

vistas 691

Deh! ti desta fanciulla, la luna
spande un raggio s'i caro sul mar,
vieni meco t'aspetta la bruna
fida barca del tuo marinar.
Ma tu dormi, e non pensi al tuo fido,
ma non dorme chi vive d'amor;
io la notte a te volo sul lido
ed il giorno a te volo col cor!
Vieni sul mar vieni a vogar,
sentirai l'ebbrezza del tuo marinar!

Addio dunque, riposa, e domani
quando l'alba a svegliarti verrà,
sopra lidi lontani lontani
l'infelice nocchiero sarà.

Da quel giorno che t'ho conosciuta
o fanciulla di questo mio cuor,
speme e pace per te ho perduto
perché t'amo d'un immenso amor.

Fra le belle tu sei la più bella,
fra le rose tu sei la più fin:
tu del ciel sei brillante stella,
ed in terra sei beltà divin!