Del mío vagar
Cercavo il più profondo senso
Fuggente a mondi opachi e fragili
Quel vano errar
Confuso ed irrequieto
Condusse a te mía cosmica sorgente
Di remota luce

Ed il naufragar ora m'è dolce
In questo tuo stellato mar

Tra luce e oscurità
Scorgero il tuo sguardo
La tua sincerità
E alla tua divina poesia il cuor s'arrendèra
E allor tra cielo e mar
Ancor ritrovero
Perdute identità

Io deel'eternità
Scolpiro l'istante
Che il tua amor scalfirà
Mentre al vento concedi il tuo canto
E mi seduci già
E allor tra sempre e mai
Con impeto e pietà
Tu ti rivelerai

M'ispirerai
Sapro ormai come affrontare
L'immane fato quando ancor s'addombrerà
Risuonerai
In un vibrante accordo
E svelerai il dorato brivido
Allo sbocciar di un fior di loto

Intima scintilla che or s'accende
Amata immortale

Tra luce e oscurità
Scorgero il tuo sguardo
La tua eterna realtà
E alla tua divina poesia il cuor s'arrendèra
E allor tra cielo e mar
Ancor ritrovero
Perdute identità

Io deel'eternità
Scolpiro l'istante
Che il tua amor scalfirà
Mentre al vento concedi il tuo canto
E mi seduci già
E allor tra sempre e mai
Con impeto e pietà
Tu ti rivelerai

Tra luce e oscurità
Troverai il mío sguardo
La mía sincerità

E alla tua divina poesia il cuor s'arrenderà
(E allor tra cielo e mar)
Ritrovero
(Ancor ritrovero)
Perdute
(Perdute identità)
Identità

Io dell'eternità
Scolpiro l'istante
Che il tuo amore scalfirà
Quell'istante
Di eternità

Send Translation Add to playlist Size Tab Print Correct